martedì, gennaio 20, 2009

Saba e neve: un salto nel passato


Tornare indietro con la memoria attraverso sapori ormai dimenticati.

La "Saba con la neve" è stata la prima volta che l'ho assaggiata. Certo, la neve era un po' piu' frequente e magari anche un po' piu' pulita :)

Ricetta:

- Ghiacciare il bicchiere
- Neve
- Saba q.b.

Sfido qualsiasi food blogger a trovare una ricetta piu' facile di cosi'! :P






Mai assaggiata?



5 commenti:

vittorio ha detto...

Stasera a cena mentre dicevo a mio figlio di non esagerare con il tuo ormai famoso Agro di Mosto, abbiamo parlato della Saba che noi piemontesi poco conosciamo, e adesso leggere la tua proposta con la neve mi dà allegria, ottima idea!

Andrea Bezzecchi ha detto...

Vittorio! Lascialo pure esagerare con l'Agro di Mosto che fa solo bene!! :D

Voi avete la cugna' che parte un po' dallo stesso principio, dal mosto d'uva che viene poi ridotto anche se poi arricchito con tante altre cose e molto piu' concentrato.
Tu hai una ricetta personale di famiglia? La facevate la cugna' a Cavoretto?

vittorio ha detto...

Niente cugnà a Cavoretto, ma su questa collina tanti anni fa coltivavano uva freisa per fare il vino :)

Stefania ha detto...

grazie, davvero grazie ! vecchi ricordi del passato che sono tornati a galla con tutta la neve di questo 2008-09 .. prima le scivolate con lo slittino e rigoroso capottamento, poi saba con la neve in casa vicino al termosifone mentre ci strofinavano la testa con l'asciugamano "perchè poi ti viene il raffreddore!"...

Andrea Bezzecchi ha detto...

stefania ... il particolare dell'asciugatura dei capelli vicino al termosifone e' a dir poco commovente! :)
grazie

a.