venerdì, marzo 05, 2010

Poesia d'inizio del listino prezzi

Quest'anno ho deciso di fare un listino prezzi "parlante".
Penso che il prezzo, da solo, non possa essere l'unica voce che si ode quando si sfoglia questo documento.

I rivenditori sono bombardati quotidianamente da miriadi di informazioni, proposte, segnali più o meno velati; dare per presupposto che tutte le nozioni che per noi prodotturi sono scontate quanto l'aria, siano tali anche per il rivenditore/negoziante/distributore, sarebbe una colpa grave.

Per questo, ho pensato di arricchire molto schematicamente il listino con citazioni, punti veloci e (spero) facilmente memorizzabili riguardo la metodologia produttiva o ricorsi storici.

Se fossi bravo con questi robi di grafica ci metterei anche piu' foto.

In seconda pagina, prima di tutto, ho messo anche una poesia.
Prima di andare in stampa mi dite se gira bene o se ha bisogno di essere corretta?
grazie :)



POESIA DEL LISTINO
Rima A-B, A-B, A-B, C-C

Potervi servire sarebbe per noi un grande onore

Se però qui cercate, il prezzo più basso del mercato

vi diremo di fermarvi, anche se con dolore.

Giudicare solo in base al prezzo, sarebbe un gran peccato,

cerchiamo invece - assieme - il miglior rapporto qualità/valore

vedrete che questo sforzo sarà ripagato,

perchè i vostri clienti sono sempre più in grado

di distinguere tra un brodo di cappone, ed uno fatto con il dado.