giovedì, novembre 30, 2006

Altre immagini dalla Notte Bianca

Un'altra piccola galleria della serata compleanno Notte Bianca ecc... dell'Acetaia vanno a rimpinzare la "Ego Section" del Blog.


From Verona & Reggio Emilia with love.




Ale alle prese con Miss Lotteria










Un saluto alla folla in attesa dell'estrazione finale ....







Giulianaaa!!! E' lei la vincitrice del primo premio!!

Io e Giac mentre spiegamo in cosa consiste il premio, un week end di countrycharme all'agriturismo Pule nel cuore della Valpolicella.
Che donna fortunata!






In compagnia di miss Eleganza Correggio 2006 e miss Criniera di leone 2007, sorpresi con l'occhio da coyote...








Dopo un certo orario, le pose plastiche, e non solo, abbondano








La torta di compleanno.
Gentilmente donata dal Forno Paroli di Novellara, un soffice letto di pandispagna con fragole e panna, per l'occasione innaffiata con Balsamico Tradizionale bollino Argento ... Oooohh!! Che esagerasioun!!

4 commenti:

laila1002 ha detto...

Beh, veramente speciale il 1° compleanno dell’Acetaia S. Giacomo!
Complimenti allo Staff e all’instancabile Acetato che con il suo stile ci ha regalato tante emozioni quante erano le candele presenti ad illuminare i visi, le botti e le botticelle (fantastiche!) e quei sapori sublimi (…anche se mi son persa la torta !!:-( ma vi assicuro che, dal più tradizionale parmigiano spruzzato di balsamico, alle ostriche e fino al kaipiSABA – o.. come si chiama?? – tutto era una vera delizia!)
Bravo, bravi, BIS!!!!!!!!! Correggio ringrazia :-)
* Per rispondere al post precedente..ecco un’ idea per l’onomastico!!*
-Un aceto da imperatori-
La storia dell'aceto reggiano, dicevamo, è assai lunga: conta, documentate, parecchie centinaia d'anni. Ad attestarne per la prima volta l'esistenza è un poema, il "Vita Mathildis", composto fra il 1112 e il 1115 dal monaco benedettino Donizone nel convento di Sant'Apollonio di Canossa. Il nostro cronista riferisce del viaggio di re Enrico di Franconia verso Roma, per farsi consacrare imperatore di Germania.
Siamo nel 1046 ed Enrico, giunto in ottobre a Piacenza, invia dei doni a Bonifacio di Canossa, marchese di Toscana e padre della neonata Matilde. In cambio, chiede «di quell'aceto che gli era stato lodato e che si faceva nella rocca di Canossa» e «aveva udito farsi colà perfettissimo». Si narra dunque che venisse prodotto proprio sull'imprendibile rocca di Canossa, sulle prime colline di Reggio Emilia, all'interno delle mura del castello che anni dopo diventerà celeberrimo per l'incontro "del perdono" tra papa Gregorio VII e l'imperatore.
L'aceto viene prontamente recapitato al sovrano. In una botte d'argento, accompagnata da una coppia di buoi e da un giogo fabbricati con lo stesso metallo. Donizone riferisce «de aceto, quod Marchio Bonefacius trasmisit Heinrico regi secundo, et de grandi dono quod quidam servus eius dedit eidem regi». E aggiunge: «Carum rex donum tenuit magnumque decorum», "il re gradì assai quel grande e magnifico dono".
………………..
Per saperne di più:
Consorzio Produttori di Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia:
tel. 0522-796225 fax 0522-433750
http://www.reappennino.it/consorzioAceto/
reappennino@reappennino.it

Andrea Bezzecchi ha detto...

Capperi miss elenganza in versione storica, spettacolo!
Vogliamo anche tutti noi il bis. Tutti tranne simone che ha acceso le candeline :-)

ps: "Acetato"? Sarei io?? Gia' ho autorizzato Monia a chiamarmi "Acetone" (o "Acetons"), adesso un altro? no dai!

laila1002 ha detto...

A volte dagli errori di scrittura possono nascere sorprese eh?! Certo che Acetato ( o Ace-Tato ancora meglio!)è carino non trovi?! Per variare dall' "Acetone" eccone uno nuovo di pacca! :-)
Anzi, chi volesse utilizzarlo...si faccia avanti!! :-)

Andrea Bezzecchi ha detto...

Attenzione! ricevo oggi da Ben in Inghilterra:

"PPS Who are the beautiful girls you are with in your blog photos?"

Vi faccio anche pubblicita' oltreconfineee!! :-)